Brainwave Project
Ideare e definire un preciso scenario che prenda spunto dal tema progettuale (“casa dello studente”) è la base della proposta del“Brainwave” una scuola/residenza per “ricercatori e docenti altamente qualificati” (“brainwave school”)
L’idea è quella di affiancare al risanamento funzionale e alla “ristrutturazione” di un vecchio edificio, elementi nuovi progettati con l’intento di riqualificarne l’aspetto, pur rispettandone le direttive formali.
Il progetto propone dunque il rispetto dell’edificio preesistente e l’esaltazione della sua struttura, perfetta ad assolvere la nuova funzione, attraverso l’eliminazione delle tamponature sulla facciata, riproponendo così un volume contenitore aperto verso l'esterno filtrato da una sorta di “pelle architettonica” esterna sovrapposta e agganciata alla struttura dell’edificio, costituita da una rete d’acciaio leggera in finitura corten, che si dispiega irregolarmente sulla facciata.
Nello sviluppo del progetto assume particolare importanza lo schema distributivo, connessioni e separazioni funzionali permettono l’utilizzo della struttura secondo le necessità imposte dalla destinazione d’uso.
Spazi pubblici e privati completamente separati, spazi in cui una serie di interconnessioni e di interfacce nè permettono un uso variabile, flessibile, temporaneo che accentua la vivibilità della struttura anche per periodi medio lunghi.
Il volume preesistente, intatto nella sua valenza formale, è flessibile rispetto a nuove soluzioni spaziali e architettoniche, viene quindi reinventato con nuovi spazi interni ed esterni offrendo il massimo benessere psico-fisico.
Una assoluta riqualificazione dell'area di resede da realizzarsi attraverso una trasformazione globale dell’angusta e difforme geometria originaria. Il verde diventa, un percorso fluido, sale sul tetto dell’area connettiva e attraversa l’edificio donando unità e senso alle coperture del primo livello che si arricchiscono diventando piacevolmente usufruibili così come la copertura dell’auditorium che si trasforma in anfiteatro all’aperto.

http://www.spacestudio.it/newspace/files/gimgs/50_tav3.jpg
http://www.spacestudio.it/newspace/files/gimgs/50_tav2.jpg
http://www.spacestudio.it/newspace/files/gimgs/50_tav1.jpg

SpaceStudio Copyright 2011